Marco Fabio Quintiliano (35-40 d. C. - 96 d. C.) - Institutio oratoria

I,2,21. Adde quod domi ea sola discere potest quae ipsi praecipientur, in schola etiam quae aliis. Audiet multa cotidie probari, multa corrigi, proderit alicuius obiurgata desidia, proderit laudata industria (trad.: aggiungi che a casa il fanciullo può imparare solo ciò che verrà insegnato a lui, mentre a scuola anche ciò che verrà insegnato agli altri. Ascolterà ogni giorno molte lodi e molti rimproveri. Gli sarà utile constatare che la pigrizia di qualcuno viene biasimata, l' operosità viene lodata)

 

Costituzione della Repubblica Italiana (dal 1° gennaio 1948)
  Principi Fondamentali

art. 33: "L' arte e la scienza sono libere e libero ne è l' insegnamento [...]"

art 34." La scuola è aperta a tutti. L´istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso."

 

Piero Calamandrei - Discorso sulla scuola pubblica

11 febbraio 1950

[...]Difendiamo la scuola democratica: la scuola che corrisponde a quella Costituzione democratica che ci siamo voluti dare; la scuola che è in funzione di questa Costituzione, che può essere strumento, perché questa Costituzione scritta sui fogli diventi realtà [...]. La scuola, come la vedo io, è un organo  "costituzionale". Ha la sua posizione, la sua importanza al centro di quel complesso di organi che formano la Costituzione. [...] Ora, quando vi viene in mente di domandarvi quali sono gli organi costituzionali, a tutti voi verrà naturale la risposta: sono le Camere, la Camera dei deputati, il Senato, il presidente della  Repubblica, la Magistratura: ma non vi verrà in mente di considerare fra questi organi anche la scuola, la quale invece è un organo vitale della democrazia come noi la concepiamo. Se si dovesse fare un paragone tra l'organismo costituzionale e l'organismo umano, si dovrebbe dire che la scuola corrisponde a quegli organi che nell'organismo umano hanno la funzione di creare il sangue [...].

 

Legge 27 Dicembre 2006 n. 296, art. 1

c. 622. L'istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno di età. L'età per l'accesso al lavoro è conseguentemente elevata da quindici a sedici anni [...] (vedi la normativa)